Domenica 17 Dicembre 2017


COMITATO REGIONALE DI COORDINAMENTO DELLE UNIVERSITÀ DEL LAZIO > Spotlight

l’Hub dell'Alta Formazione del Lazio

Pubblicato alle ore 11:45 del giorno 17/07/2014

La domanda sempre crescente di competenze reali, l’estensivo impatto della tecnologia sui modelli di vita del cittadino europeo e la pervasiva crisi dell’economia in area continentale disegnano a tratti decisi il profilo del professionista in grado di intercettare le richieste del mercato del lavoro nel prossimo decennio.
Dunque a chi, ma soprattutto dove porre la richiesta per una formazione adeguata a queste prospettive? Come scegliere l'ambiente formativo adatto?

Questi i presupposti che hanno fatto maturare presso la Presidenza del CRUL l'idea di presentare come un unico sistema educativo l'enorme pacchetto di offerta formativa presente sul territorio della regione Lazio.

Lo scenario prospettato, che richiederà competenze sicuramente qualificate alle prossime generazioni di professionisti, vede assumere un ruolo importante dall’Hub dell'Alta Formazione del Lazio, un sistema che si è andato configurando nel tempo sul territorio regionale, stratificando un esteso e diversificato tessuto educativo che propone una vasta offerta formativa, di livello anche internazionale e senza pari nel Paese per dimensioni.

Una formula hub and spokes dunque, che inizia con il Sistema Universitario Regionale e si estende successivamente verso istituti di Alta formazione e di Ricerca. Un Sistema Universitario Regionale capace di esprimere ben 12 atenei con didattica in presenza tra pubblici e privati, legati a numerosi enti di ricerca e formazione superiori.

Un sistema di istruzione universitaria che già risponde alla domanda più ampia di tutto il territorio nazionale. Con riferimento ai dati dell'anno accademico 2012-2013: 253.404 studenti universitari che gravitano sul bacino regionale – rispetto ad un totale nazionale pari a 1.716.320 – in grado di formare nell'ultimo anno 23.355 laureati.

L'idea si è tradotta in una azione concertata a cui hanno partecipato la maggior parte degli atenei rappresentati nel CRUL, poi Laziodisu, l'Ente regionale per il Diritto agli studi universitari del Lazio.

Il progetto editoriale è stato sottoposto alla redazione di una società del Gruppo 24 Ore che lo ha poi stampato e distribuito in oltre 50.000 copie presso tutta la rete delle edicole e degli abbonati della Regione, in allegato al quotidiano economico Il Sole 24 Ore di lunedì 14 luglio 2014.

Il Presidente del CRUL, il Rettore Ciro Attaianese, ha presentato lo speciale descrivendo perimetro e prospettive, ma soprattutto le sinergie attuate e possibili, soffermandosi infine sull'edge del sistema, dunque i limiti imposti, immaginabili convenientemente come superabili.

All'interno dell'allegato ogni ateneo partecipante ha avuto a disposizione una propria pagina per presentare liberamente i vantaggi offerti dalla propria organizzazione. Tanti unica all'interno di un unicum, che rappresentano forse il primo catalogo ragionato dell'offerta universitaria regionale redatto dagli atenei stessi.

L'azione corale di cui prima, immaginando di recapitare nelle mani del futuro studente uno strumento innanzitutto conoscitivo, poi utile orientamento per la scelta, infine guida per capire che la formazione professionale è una scelta personale che può essere costruita al meglio guardando e scegliendo più passi formativi all'interno di un bacino dove questo è largamente possibile.

Scarica lo speciale completo

Accedi al sito del Gruppo 24 Ore per la pubblicazione ufficiale


img TAG CLOUD